Quella della cantina Ronca non è la storia tradizionale di terreni tramandati da padre in figlio da generazioni, ma è comunque legata a doppio filo a quello che serve per far crescere le viti: la terra.

Nel 1946  il capostipite della famiglia, Ulderico Ronca, lascia in eredità a moglie e figli un appezzamento di terreno in provincia di Verona. Dieci anni dopo, Walter e i suoi fratelli vendono questo appezzamento per ottenere i fondi necessari per partire con un’attività industriale, che si sviluppa solida e florida nel tempo.

Nel 1976, rientrati dagli investimenti industriali, i fratelli Ronca decidono di acquistare i terreni in un’altra zona della provincia di Verona, a Sommacampagna, dove oggi sorge la cantina. Dedicano l’azienda agricola appena costituita al padre, che con il lascito dell’appezzamento originario ha reso possibile l’avviarsi della loro attività. Nasce quindi l’azienda agricola Nonno Ulderico, che produceva sia uva che frutta.

Nel 2000, il figlio di Walter, Massimo, che fino ad allora aveva lavorato nell’azienda di famiglia prima, e come bancario poi, scopre l’amore per la campagna,  per l’aria aperta e una vita più vicina ai ritmi della natura. Massimo ha dei progetti ambiziosi. Rileva l’azienda dagli zii, e con il padre Walter si dedica anima e corpo alla sistemazione dell’azienda secondo le più moderne conoscenze sulla viticoltura. Vengono rinnovati alcuni vigneti, altri sistemati, e nuove barbatelle vengono messe a dimora aumentando la superficie produttiva per arrivare alla dimensione attuale di 20 ettari vitati.

Nel 2005 finalmente il grande passo: la costruzione della cantina di vinificazione, realizzata quasi totalmente interrata per mantenere costante la temperatura dei vini e per non impattare eccessivamente nell’ambiente circostante. Viene inoltre dotata di tutte le tecnologie necessarie, rimanendo comunque  razionale ed estremamente funzionale.

L’annata 2006 dà la paternità alle prime bottiglie con il marchio Ronca, coronamento di moltissimi sacrifici.

Il tutto partito da un appezzamento di terra.